Alla scoperta del Metaverso

Il termine “Metaverso” è un stato coniato da Neal Stephenson in “Snow Crash”, un libro di fantascienza cyberpunk, per descrivere una realtà virtuale condivisa su internet, abitata da avatar in 3D.

Nell’ ottobre 2021, grazie a Facebook, questo vocabolo è tornato alla riscossa. Mark Zuckerberg, che possiede anche Instagram e WhatsApp, ha riunito i suoi social in un gruppo chiamato “Meta”.


In che modo cambierà le nostre vite?

 

Ma cos’è il Metaverso?


Si tratta di una realtà virtuale, accessibile su varie piattaforme, dove si può vivere una vera e propria vita sociale: è possibile giocare con i propri amici, riunirsi in piazze, assistere a concerti e lavorare. Basta creare il proprio avatar e connettersi, per entrare in questo nuovo mondo, senza il bisogno di uscire di casa.Mark Zuckerberg, il creatore di Meta, ha scelto di promuovere il Metaverso attraverso colui che ha fatto delle sue semplici spiegazioni il suo successo: Khaby Lame.

Il giovane TikToker compare nello spot pubblicato nella pagina Facebook ufficiale Meta. Basterà per rendere comprensibili a tutti le potenzialità di questo nuovo universo digitale?

Le applicazioni del Metaverso


In un’epoca digitalizzata e provata dalla pandemia, il Metaverso ha attecchito in fretta, diffondendosi in ogni settore. Esiste la possibilità di acquistare dei terreni nei quali costruire la propria casa o attività, si tengono sfilate di moda, mostre d’arte, ogni possibilità esistente nella vita reale è trasferibile nel Metaverso: basta disporre di un visore 3d per vivere in maniera immersiva le esperienze digitali.


Mercato digitale


Un nuovo mondo in costante espansione ha portato, naturalmente, enorme interesse. Le criptovalute sono la moneta di questa dimensione: grazie ai portafogli digitali è infatti possibile acquistare e vendere beni ed esperienze.


Nel Metaverso infatti, le possibilità sono infinite. Nell’estate 2021 il colosso Coca-Cola ha venduto una collezione di oggetti iconici, personalizzati per il Metaverso. Veri e propri oggetti da collezione che sono stati disponibili in un’asta durata solo per tre giorni.


Anche la moda ha colto l’occasione per conquistare questa nuova dimensione, che permette di abbattere drasticamente i costi di produzione, trasporto e magazzino, creando così un enorme margine. I brand più noti e di tendenza hanno scelto di dedicarsi alla produzione e vendita di capi ed accessori esclusivi con i quali vestire i propri avatar.



Persino il mercato immobiliare nel Metaverso sta prendendo piede più che mai, con isole private e ville con prezzi da capogiro e naturalmente non manca il settore dell’intrattenimento, con concerti, eventi e party esclusivi.



Problemi del Metaverso


Questa piattaforma non dispone di una vera e propria legislatura, di conseguenza non esistono ancora leggi a tutela della privacy, sebbene sia possibile condividere tutta la propria vita nel Metaverso, cosa ne sarà di questi dati? Parliamo di un mondo in divenire, dove le leggi sono tutte da scrivere.

E tu, pensi di muoverti nel Metaverso?

Facci sapere cosa ne pensi!