• Chiara Daniele

WhatsApp Pay

Protagonista di nuovi aggiornamenti è WhatsApp, che negli ultimi mesi sta testando un servizio di pagamento disponibile direttamente dalla piattaforma. Sembrerebbe quindi che Zuckerberg non voglia solamente sfidare i leader di Social Network e Messaggistica, ma anche le più importanti piattaforme di pagamento come Paypal e Satispay.



Per ora il servizio, WhatsApp Pay, è in fase di test in Brasile ma si pensa possa essere disponibile in altri Paesi a breve. Lo scopo di questa nuova funzione, incorporata nell’app, è trasferire e ricevere denaro facilmente, come l’invio di un messaggio o di una foto. Oltre a poter visualizzare il catalogo di un’impresa, si potranno pagare i prodotti direttamente dall’app. Come sempre, la questione privacy e sicurezza non è da sottovalutare, per questo motivo gli ideatori hanno pensato di inserire un codice numerico di 6 cifre per concludere l’acquisto e sembra anche si possa aggiungere la propria impronta digitale per completare l’azione.


E per quanto riguarda le commissioni? Tra privati, famigliari e amici non ci saranno problemi, non si dovrà pagare alcuna cifra aggiuntiva mentre, per quanto riguarda le aziende, queste dovranno usufruire di WhatsApp Business e di conseguenza pagarne una commissione. Per poter effettuare un pagamento, basterà cliccare sull’icona “+” presente sull’app, inserire la cifra e inviarla. Una volta conclusa l’operazione, questa verrà visualizzata come un classico messaggio WhatsApp.


Sembra a tutti gli effetti che Zuckerberg voglia rispecchiare il modello di WeChat, l’app di messaggistica cinese usata inoltre come Social Network, app di incontri e sistema di pagamento. Che questa sia veramente la svolta per eliminare i contanti? Lo scopriremo, intanto si aspettano novità riguardo l’arrivo di WhatsApp Pay in Europa, dove potrà competere con altri leader del settore.